Le Ceste da Bosco

Laura Martinotti
I fratelli Bosco, Claudio e Vincenzo, coltivano biologico in quel di Nichelino dai primi anni '90 (1900...). Venerdì 6 novembre 2009 il nostro GAS si rifornirà per la prima volta da loro.
La scelta dei prodotti varia tra ceste di verdura o frutta piccola o grande e loro ce la portano direttamente a casa, o meglio, per comodità ce la porteranno venerdì alle 17 di fronte alla Biblioteca di via Fila.

Ecco il "listino":
cesta di verdura o di frutta o mista PICCOLA (circa 5kg): Euro 11,00
cesta di verdura o di frutta o mista GRANDE (circa 7.5kg): Euro 16.50

E' una prova per testare la bontà dei prodotti (in realtà alcuni di noi già acquistano dai fratelli Bosco), la varietà di frutta e verdura (che naturalmente, andando verso l'inverno un po' diminuirà) e il servizio "a domicilio".


Le consegne avvengono settimanalmente il venerdì. Gli ordini devono pervenire a Laura. L'ordine consiste in una sorta di impegno ad acquistare settimanalmente la cesta che si è scelta, non vi è un termine di data, ogni momento è buono per iniziare a ricevere le ceste.

Nello spazio dei commenti attendiamo di sentire le vostre opinioni sulla prima consegna in modo da decidere se abbiamo finalmente trovato un fornitore di verdura biologica che fa per noi!

Scarica l'articolo in PDF

Il sito dei fratelli Bosco con tutte le informazioni

Laura LaLunga 7 novembre 2009, 17:23
avatar
Vincenzo Bosco, uno dei due fratelli Bosco, ieri alle 17 ha consegnato 14 cassette di frutta e di verdura! Per dovere di cronaca riferisco che il furgone non ne ha poi più voluto sapere di ripartire (evidentemente a La Cassa si sta bene). Giorgio ha provato con i suoi cavi ma non c'è stato nulla da fare; per fortuna passava di lì un signore molto molto disponibile che ha portato Vincenzo ad acquistare una batteria nuova e ha quindi potuto proseguire per le sue consegne! La cesta, questa settimana, contenteva patate, finocchi, coste, prezzemolo, un pezzo di zucca (quella grutuluta..) un limone (!) e poi il cavolo nero che ha destato molta curiosità. Nei prossimi commenti: notizie sul cavolo nero e ricette
Laura LaLunga 7 novembre 2009, 17:23
avatar
Notizie sul cavolo nero Qualche consiglio nutrizionale su un ortaggio, purtroppo ancora poco conosciuto Tipico ingrediente della cucina toscana, il cavolo nero si trova sul mercato tutto l?anno, ma il momento più indicato per il consumo sono i mesi più freddi dell?anno, dopo le prime gelate, quando le foglie spesse e bollose diventano più tenere, migliorano il sapore e assumono la croccantezza ideale per preparare zuppe e minestroni. In primavera, prima della fioritura, si possono consumare i germogli, preparati come i broccoli. Grazie alla presenza di speciali inibitori (indoli), il cavolo nero è considerato un alimento utile nella prevenzione di numerose forme tumorali (cancro al colon, al retto, allo stomaco, alla prostata e alla vescica), nonché dell?ulcera gastrica e delle coliti ulcerose. Dal punto di vista nutrizionale, gli aspetti più interessanti di quest?ortaggio sono rappresentati dall'elevato contenuto di vitamina C e dal bassissimo potere calorico (da 19 a 25 kcalorie). Quest'ultima caratteristica ne fa un alimento ideale per chi soffre di sovrappeso. Per godere al meglio delle preziose proprietà nutrizionali e terapeutiche dei cavoli è consigliabile eliminare la costa delle foglie più grandi in modo da ridurre i tempi di cottura a non più di quindici-venti minuti, utilizzare pochissima acqua, o meglio ancora preferire la cottura a vapore o stufato. Una cottura eccessivamente prolungata, oltre a distruggere gran parte delle vitamine, rende i cavoli indigesti e di odore sgradevole a causa della maggiore liberazione dei composti solforati. Al momento dell?acquisto le foglie devono presentarsi turgide, di un bel verde intenso, prive di marciumi imminenti. Preferite le foglie di piccole dimensioni, richiedono una cottura più breve e dunque alla fine risultano più digeribili. E' bene consumare i cavoli subito dopo l'acquisto. In frigorifero il cavolo nero si conserva, per non più di una settimana. Per prolungarne la conservazione in frigorifero si possono avvolgere le foglie in un canovaccio appena inumidito e riporre nello scomparto per verdure.
Laura LaLunga 7 novembre 2009, 17:30
avatar
Ricette con il cavolo nero ZUPPA DI CAVOLO NERO Ingredienti: Dosi per 4: 1/2 kg di cavolo nero, 400 g di fagioli cannellini in scatola lessati, un porro, una costa di sedano, uno spicchio di aglio, timo, rosmarino, 1 dl di passata di pomodoro, pane casereccio, olio, sale, peperoncino piccante. Preparazione: Riducete a tocchetti il cavolo nero dopo averlo mondato e lavato, poi sbollentatelo per qualche minuto in acqua salata. Mondate, lavate e affettate il sedano e il porro, tritate l?aglio e rosolateli in una casseruola con quattro cucchiai d?olio. Aggiungete il cavolo scolato e timo e rosmarino legati a mazzetto. Girate bene e cuocete per una decina di minuti. Unite la passata di pomodoro e 2 litri di acqua calda, salate e insaporite con il peperoncino tritato. Coprite la casseruola con un coperchio e cuocete la zuppa a fuoco moderato per circa 20 minuti. Aggiungete i fagioli e continuate la cottura per altri 20 minuti. Poco prima di servire, tagliate il pane a fettine, fatele tostare sotto il grill del forno, disponetele nelle fondine e versateci sopra la zuppa calda. Servite subito, dopo aver irrorato con un filo d?olio crudo. PASTA AL CAVOLO NERO Mentre cuocete la pasta potete mettere a sbollentare in una pentola il cavolo nero, magari privandolo della parte finale del gambo (generalmente più dura!), così da poterlo cuocere non troppo e renderlo comunque gradevole per la consistenza. Una volta sbollentato, tagliatelo finemente con un coltello o delle forbici e preparate una padella con un fondo d'olio. Tagliate lo spicchio d'aglio in pezzettini piccoli e prendete una manciata di mollica rafferma di pane pugliese. Fate soffriggere leggermente in padella e, successivamente mettete il pane in un piattino. Aggiungete ancora un poco d'olio alla padella e fate soffriggere il cavolo nero, avendo cura di salarlo. Quando la pasta sarà cotta, potrete aggiungere il pane al cavolo nero e saltare tutto in padella. Servite con formaggio grattugiato. FARRO CON CAVOLO NERO Ingredienti: farro decorticato 200 g fagioli borlotti 200 g pomodori pelati 1 confezione cavoli neri 2 cipolla 1 carota 1 sedano 1 gambo olio extravergine d?oliva 5 cucchiai sale marino integrale 2 cucchiaini Preparazione: La sera prima mettete a bagno i fagioli e a parte il farro. Scolate i fagioli, sciacquateli e metteteli in pentola a pressione, coprendoli con acqua. Chiudete la pentola a pressione e calcolate 30? dal fischio. Una volta cotti aggiungete ½ cucchiaino di sale e mescolate. Sciacquate il farro. Tritate cipolla, sedano e carota e fateli appassire in una casseruola con 1 cucchiaio d?olio e un pizzico di sale. Unite al soffritto i pelati e sobbollite per qualche minuto. Lavate il cavolo nero e tagliatelo a pezzetti. Unitelo alle verdure. Nel frattempo passate i fagioli al mixer con un po? della loro acqua di cottura. Unite la purea alle verdure e infine aggiungete il farro. Lasciate cuocere il farro per un?ora a fuoco lento, aggiungendo di tanto in tanto dell?acqua calda. Aggiungere un cucchiaino di sale e condire ogni piatto con un cucchiaio di olio.
Laura LaLunga 7 novembre 2009, 19:49
avatar
PANINI AL CAVOLO NERO farina 500g cavolo nero 200g lievito fresco 20g acqua tiepida 240g sale 10g farina di mais (da polenta) una manciata Pulire il cavolo nero, tagliare le fogli a listarelle e farle saltare in padella con un filo di olio e uno spicchio d?aglio. Salare e pepare abbondantemente. Mescolare la farina con il sale. Sciogliere il lievito nell?acqua e impastare con la farina per una ventina di minuti. Alla fine, aggiungere il cavolo nero, incorporarlo bene alla pasta di pane senza metterci troppo tempo (sennò l?impasto diventa verde!). Far lievitare per 1h20, dopodiché dividere l?impasto in 3 parti, formare delle salsiccie di circa 3 cm di diametro e rotolarle nella farina di mais. Tagliare l?impasto a pezzetti larghi 2-3 cm (quelli che si vedno nella foto li ho fati un po? più grandicelli) e disporli su una teglia da forno ricoperta di carta da forno. Far lievitare di nuovo per 30-40 minuti. Infornare a 220° per una ventina di minuti. Consiglio: preparare il cavolo nero quando si acquista facendolo subito con il soffritto e poi, dividendolo in porzioni, congelarlo in modo che sia pronto per l'uso.
Giorgio Gino 8 novembre 2009, 22:32
avatar
Ieri con la zucca dei fratelli Bosco ho fatto per la prima volta (meglio tardi che mai!) una vellutata che è venuta davvero buona, non so dire se per merito della zucca, della ricetta, o mio... Fatto sta che i miei ragazzi hanno chiesro il bis e mi hanno pure sgridato perchè ne avevo fatta poca... Come inizio non c'è male, se il buon giorno si vede dal mattino... saprò dirvi delle altre verdure, ma fin da ora sono curioso di provare la frutta.
Mati 9 novembre 2009, 10:42
avatar
La Ribollita! Il cavolo nero della mia cesta è diventato l'ingrediente base per una buona ribollita. Ho fatto bollire dei fagioli solfarini dopo averli ammollati per 12 ore. In un'altra pentola ho fatto stufare con olio extravergine (quello squisito che ci procura Renzo) una cipolla a fettine insieme a 2 gambi di sedano e 2 carote tagliati a pezzettini e il cavolo nero tagliato a listarelle. Dopo circa 45 minuti ho passato al passaverdure i fagioli, conservandone circa la metà interi, e ho poi unito il tutto in un'unica pentola. La zuppa bollente (che deve esere un po' brodosa) è finita nelle fondine dove avevo messo delle fette di pane raffermo. Un filo di olio crudo e ....
Atropo 9 novembre 2009, 15:14
Parte della zucca è finita in un ottimo risotto... Le coste verranno mangiate stasera passate in padella con un po' di nduja. L'unico che le ha gustate è Paolo nel suo primo brodo... Il cavolo nero ha trovato la sua degna fine in una zuppa con i fagioli... Ormai ci restano 5 patate e 2 finocchi per campare fino a venerdì :-( Gabriella
Laura LaLunga12 novembre 2009, 22:59
avatar
Oggi ho parlato con Claudio Bosco. E' felice di servire il nostro gas, che piccolo non lo è più tanto. Mi ha stupito quando mi ha detto: "Non ti preoccupare che noi fino a 45 ceste in mattinata le gestiamo. Raccogliamo dal campo e riempiamo le ceste in tempo per venirvele a consegnare..." Era ovvio ma non ci avevo pensato: le verdure che ci consegneranno domani sera al mattino erano ancora nel campo. A me stupisce ancora questa cosa. A voi no? baci e pace Laura
Laura LaLunga 9 agosto 2010, 11:26
avatar
Mi fate sapere quanti prenderebbero la cesta questa settimana? Nel caso non riuscissimo a raggiungere un numero sufficiente potremmo farcele recapitare sabato a Collegno presso Casawiwa.
Attendo notizie
baci e pace
Laura
Laura LaLunga 7 settembre 2010, 22:03
avatar
Ricordo a tutti quanti che gli ordini per le ceste di frutta o verdura devono pervenire entro il giovedì di ogni settimana.
b&p
LLL
Laura LaLunga23 settembre 2010, 16:44
avatar
Nessun altro vuole la cesta di frutta o verdura o tutte e due questa settimana?

baci e pace a tutti i Lacassesi.
Laura
Laura LaLunga27 settembre 2010, 21:39
avatar
Per chi non è iscritto alla mailing list di yahoo (sul quale ho già postato questo messaggio):
vi prego di confermare, come al solito, entro giovedì l'ordine della cesta.
grazie
b&p
Laura
Laura LaLunga29 novembre 2010, 10:03
avatar
AVVISO!

Informo tutti i gasati che ordinano le ceste di frutta e verdura, che le consegne da venerdì 3 dicembre fino al venerdì 24 dicembre saranno gestite da Maria Teresa. Gli ordini andranno inviati quindi all'indirizzo
flemmings@libero.it.
Infatti io non ci sarò per motivi di lavoro per tutto il mese di dicembre.

pace
LLL


Laura LaLunga11 gennaio 2011, 19:47
avatar
 Riprendono le consegne delle ceste di frutta e verdura con le consuete modalità di ordino e ritiro.
Attendo le vostre mail e ci vediamo venerdì in biblioteca!
martinotti.laura@gmail.com


Laura LaLunga29 agosto 2011, 19:23
avatar
Avviso tutto i Gasati che venerdì prossimo riprende la consegna delle ceste di frutta e verdura. Attendo i vostri ordini!!
Pace
LLL 
Laura LaLunga 8 settembre 2011, 12:07
avatar
Buongiorno gasati!
C'è tempo fino a questa sera ad ordinare le ceste di frutta e verdura al mio indirizzo martinotti.laura@gmail.com

baci e pace
LLL 
Laura LaLunga19 settembre 2012, 15:31
avatar
Ora che proprio tutti sono tornati dalle vancanze, possiamo riprendere ad ordinare le ceste dai fratelli Bosco.
Attendo i vostri ordini entro giovedì sera, via mail, sul sito o telefonici.

Un abbraccio e pace a tutti
LLL 

mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo | RSS
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer