un piccolo dolore

italo losero

Google+ Italo Losero

Riprendo le fila di questo (abbandonato?)  sito per denunciare un piccolo dolore.
Da quanto ho scritto e fotografato si riconosce quanto mi stia a cuore l'ambiente che ci circonda; in particolare il Basso di La Cassa, parte di mondo che prediligo per passeggiare  riposando lo sguardo.
Per questo notare grossi rifiuti recentemente abbandonati al fine di una stradina, quasi sul Ceronda, proprio lì dove sono solito attraversarlo, mi procura un piccolo dolore.
Un frigorifero con congelatore, tre televisori di cui uno molto grande, un videoregistratore: lì riversi, rifiuti di una tecnologia ormai perennemente obsoleta.
Così cerco di immedesimarmi nella persona che, fisicamente, li ha scaricati lì; voglio riuscirci, per un attimo essere colui che  decide che sì, va bene così, disfarsene in quel modo, tanto poi chissenefrega e poi tutti fan così.
Perchè è solo penetrando nella pusillanimalità, nella microcefalia di questi rifiuti del genere umano si possono trovare le leve perchè ciò non accada più; leve che non riesco ad individuare, ma che devono pur esistere; in fondo anche il peggiore dei microcefali che sparge spazzatura può ricredersi e porre rimedio.
Per questo mi rivolgo agli amministratori, passati presenti e futuri: cosa si può fare? Come si possono educare le persone al rispetto del nostro ambiente? Meglio risposte punitive, propositive, o meglio tacere perchè così va il mondo e lasciare che queste persone macerino nella loro bruttura?

Intanto un frigo, tre televisioni ed un videoregistratore se ne stanno lì; chissà per quanti anni ammorberanno la vista insultando il nostro piccolo paradiso.
Che si può fare?
Sperare che un privato che ne abbia la possibilità tecnica li raccolga e li porti a destinazione, ovviando alla becera azione del pusillanime?
Sperare che la prossima, meritoria edizione della 'giornata ecologica' se ne faccia carico grazie ai suoi promotori?
Oppure ipotizzare che un'amministrazione sensibile utilizzi un poco delle proprie risorse per alleviare questo mio, e forse nostro, piccolo dolore con una azione consapevole?


[aggiungo qualche foto del Basso]

Scarica l'articolo in PDF
italo 9 gennaio 2014, 10:11
avatar
Bello vivere in piccolo paese; la comunità aiuta ad alleviare i piccoli dolori.
A seguito di questo post c'è stata, tramite social network, la generosa disponibilità sia da parte di Fabio Lamon di organizzare il recupero dei materiali che di Antonio Albanese (immagino a nome del gruppo di appartenenza) di organizzare una 'giornata ecologica' dedicata al recupero.

Ieri il comune ha comunicato che avrebbe provveduto direttamente  alla rimozione.
Infine, oggi lo stesso comune ha comunicato che la rimozione era già stata effettuata prima ancora che questo articolo fosse esposto, grazie al consueto giro che viene organizzato dall'amministrazione proprio per pulire il territorio a proprie (nostre) spese per ovviare all'incività di qualcuno.

Che dire?
Grazie a tutti.
Adry 1 marzo 2014, 13:28
avatar
Ciao Italo ed a tutti gli utenti di questo sito.
Come ti ho scritto su FB dal mio profilo: https://www.facebook.com/inbici.perlambiente, do la mia attiva disponibilità per contribuire al mantenimento dell'integrità ambientale del territorio Lacassese. ciao
Adriano

mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo | RSS
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer

Google+ Italo Losero