Deficienti, ignoranti,...

italo losero

Google+ Italo Losero

... e chissà quali altri epiteti potremmo trovare per qualificare un gesto senza senso.
Per chi frequenta il Basso, ed in particolare lo stagno grande, la vista della carcassa di un auto semiaffondata con un airone di ferro saldato sul tettuccio era diventata una visione abituale, una parte dello stagno.
Se n'era parlato in passato; allora ignoravo chi potesse aver pensato a tale insolita "installazione"; dopo qualche tempo l'autore me ne ha spiegate le motivazioni.
"Opera" condivisibile o meno, con le stagioni m'ero abituato alla presenza muta e meccanica di quella sagoma e nelle passeggiate da quelle parti passando dallo stagno piccolo a quello grande facevo tappa obbligata a dare un'occhiata alla sagoma ferrosa; a volte qualche anatra, a volte la nutria che spesso nuota da quelle parti, a volte altri animali ci giravano intorno.  Avevo anche tentato di avvicinarmi, ma la fanghiglia è quanto mai molle e il piede s'affossa presto, rendendo inavvicinabile il relitto.
Nella passeggiata di questo fine settimana ho ritrovato l'auto così come la vedete nella foto;  senza l'airone, con ancora appoggiati sopra i bastoni che probabilmente sono serviti ad abbatterlo, lasciando solo il rottame dell'auto che ora dà veramente spettacolo pietoso, derubricando lo stagno a discarica.
Non ho parole per raccontare la tristezza che può provocare quello spettacolo in chi è affezionato a quei luoghi; già s'è parlato dello stato di abbandono dell'area umida, già si sono ventilati propositi di farci passare niente meno che una strada da quelle parti.
Ho saputo che la corrente amministrazione ha qualche idea per agire concretamente e, finalmente, fare qualcosa per questi luoghi cari ai lacassesi; lo spero vivamente così come spero che tutte le prossime amministrazioni, di qualsiasi fazione, si spendano per tutelare i nostri tesori.

Spero che chi ha compiuto questo gesto si renda conto dell'inutilità di ciò che ha fatto e che si accorga che, come dicono gli antichi saggi, il mondo è uno specchio: tutto il bene fatto ritorna, tutti i gesti stupidi e inutili non possono che portare tristezza e mestizia; e che c'è sempre tempo per riparare ai danni.

Scarica l'articolo in PDF
biagio23 aprile 2012, 21:00
avatar
Iddio sia lodato, Italo.
Hai introdotto un Argomento, PROFONDAMENTE INTERESSANTE.
"Il bene fatto ritorna", non solo, ma influisce..
Se è vero che il Mondo, Il Creato, noi esseri Umani..siamo Energia...
ci sono solo due tipi di Energia, quella POSITIVA e quella negativa.
Ovviamente, non sono la stessa cosa...e danno risuiltati diametralmente opposti.
Avevo già accennato alla scoperta, di questo millenio, del fiore australiano SIDNEY ROSE..
della comprensione del messaggio di Cristo " Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te "...perchè siamo tutti in una stessa Energia, gli altri siamo noi.
E l' Energia si crea anche con il nostro pensiero... " tutto quello che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato "  (Bubbha).
Consiglio un bellissimo volumetto di una stupenda " donna a pensare "  Carol Saito - La Legge d'Attrazione - ed. Il Cerchio della Luna...
Se non nel 2012, anno della Consapevolezza, quando ?
Pace e Serenià a tutti ! 

mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo | RSS
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer

Google+ Italo Losero