interventi sul forum di Manuel Pennecchi

2011-10-17 13:13:26Ripetoin risposta a questo messaggio
Ripropongo pari pari un mio intervento di circa un anno fa in una discussione alla quale partecipasti anche tu.

La dichiarazione di Cossiga è del 2008....un passato piuttosto recente

Il 22 Ottobre del 2008 sui giornali La Nazione, Il resto del Carlino , Il giorno Cossiga in una intervista dichiara:

"Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero ministro dell'Interni [...] Gli universitari? Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città...
Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri. Le forze dell'ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli a sangue e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano. Non quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì".

Il metodo è sempre lo stesso... da Genova a Roma a Chiomonte?

Ognuno si schifi a modo suo e si faccia i propri piagnistei
2011-06-30 20:08:26Costine & Pink Floydiniziata la discussione
Approfitto dell'aggancio  al "dilettevole" di Alberto per proporre una serata musicale che avrei dovuto presentare un po' di tempo fa.

Domani 1/7 alle 21.30 - 22 presso il campo sportivo ChaChaRuum di Candiolo ci sarà un concerto di una Cover Band dei Pink Floyd; si chiamano Alter Echoes e dal basso della mia cultura musicale li trovo bravissimi.

So che tra i lettori vi sono molti estimatori del genere e potrebbe essere una piacevole occasione d'incontro, oltre che un'ottima alternativa alle "costine amare" citate da Alberto.
Prima del concerto vi sarà una grigliata con 200-300 posti a sedere, per numeri contenuti non è necessario prenotare.

I tempi sono molto stretti, ma se qualcuno ha intenzione di aderire possiamo organizzare uno spostamento comune nella giornata di domani o semplicemente sapere chi ci sarà per incontrarsi sul posto.

I Pink Floyd sono bipartizan...e le costine risulteranno più digeribili ;)
2011-06-14 11:35:13Lapsus da tastierain risposta a questo messaggio
tra i tanti errori di battitura che facciamo, questo è proprio simpatico!
:)

2011-06-11 22:32:44Sensi di colpain risposta a questo messaggio
Dopo le notizie degli ultimi giorni, mi domandavo se come autore della battuta non fosse il caso di indire una colletta per rendere un po' più congruo il risarcimento monetario.

Inviate un sms al cellulare di Consorte per donare 2 Euro

Si fa per scherzare...o no?

2011-06-09 17:32:47?in risposta a questo messaggio
non sarò mai capace di tutta questa positività
me ne dispiaccio

2011-06-08 01:31:20Grasso che cola...dalla TViniziata la discussione
Mi Sreferendo raccontado un aneddoto che riguarada la Tv e, forse, la libertà dei singoli.

In una delle rare serate libere che spettano ad un neopapà, dopo una giornata di lavoro che finisce tardi decido di andare a trovare un amico nelle nostre belle valli.
Per la cena mi accontento di una ricca insalata da consumare in una trattoria di paese, quelle di una volta che permettono di respirare un po' di umanità, ancorpiù se si mangia soli e si ha la possibilità di guardarsi intorno e di rubare qualche brandello di vita dai discorsi degli altri.

Ma oggi anche le piole di vallata hanno un bello schermo piatto appeso al muro, uno di quei cosi che ti fanno venire il torcicollo mentre cerchi di masticare e contemporaneamente rivolgervi lo sguardo.
Per un asceta del video il potere magnetico è ancor più forte e mi trovo a guardare un programma dal titolo "PLASTIK", con la K come i messaggini dei teen-agers.

Narra di una coppia che "si ama a tal punto" da da sottoporsi insieme ad un intervento di chirurgia estetica; inquadrature e dialoghi sono strappalacrime, l'ingresso dell'equipe medica è accompagnato dalla trionfale musica dell'A-Team.
Sono sufficientemente di buon umore da non farmi passare l'appetito e finalmente arriva la mia bella insalata con cipolla di tropea che svetta orgogliosa su tutto il resto, mi appresto a condirla quando comincia l'intervento dell'innamoratissima paziente:
lei è prona, le chiappe flaccide al vento vengono accuratamente tinte con il disinfettante, il chirurgo collauda tre enormi siringoni con aghi da trenta centimetri e mani sapienti pizzicano gli eccessi come per indicare il terribile nemico.
La regia ha il buon gusto di evitare l'ingresso dell'ago nell'adipe, ma poi i siringoni cominciano a riempirsi dell'inestetico grasso che i due innamorati avevano deciso di eliminare per migliorare laloro vita....io ho l'olio in mano, guardo la mia insalata, il buon umore non è più sufficiente a mantenere l'appetito.
Mi rivolgo alla cameriera gentile e carina con una battuta: ma con quel grasso ci friggete la carne?
Lei è sveglia, non devo spiegarle niente e cambia immediatamente canale.

Torno finalmente alla mia insalata, ma un urlo proveniente dalla vicinissima cucina mi blocca nuovamente, una voce maschile sta redarguendo la cameriera per aver assecondato il mio ribrezzo.
Mi sento di troppo non voglio disturbare una così importante sessione scientifica in un piola di paese, mi alzo e chiedo il conto...peccato era proprio bella quell'insalata, ci riproverò, magari con amici e bambini...naturalmente dopo aver controllato il palinsesto su TV sorrisi e ca*zoni

(*) = n

2011-06-05 20:07:06Ombrello, ombrello, ombrelloin risposta a questo messaggio
Visti i monsoni che ci stanno investendo vorrei al più presto un ombrello.
Aggiungo un set  di adesivi e propongo di progettare una maglia da ciclista per chi pedala spesso tra i nostri magnifici sentieri.

2011-06-04 20:12:46sintesi eccessivamente estremein risposta a questo messaggio
Il video credo vada visto per intero, anzi se qualcuno trova il tempo e non si addormenta durante la visione sarebbe bene farne una trascrizione.
Se è vero come dici che vengono citati gli sprechi sono vere un sacco di altre cose. 

ognuno si faccia la propria idea

Tra le molte cose degne di nota, al minuto 4.08 (circa) dioce con prodiana interpretazione:

..."devo chiamare uno che è capaze di fare quel mestiere lì...."

poco prima sottolineava come, introducendo i privati nella gestione, si svilupperebbero delle grandi capacità che consentirebbero di ottenere la miglior qualità ad un prezzo congruo.

...tutto questo nel 2008.

Beh, leggete qui, o in qualunque link che vi compaia digitando "Latina, Veolia, Acqua", cosa ha vissuto la popolazione del basso lazio nel 2007 quando quando queste "persone capazi di fare quel mestiere lì" gestivano 'acqua da qualche tempo.
Se vi apassionate nella ricerca scoprirete che non solo il lazio ha avuto questa sorpresa ma anche alcune aree di calabria, campania etc. (aree pilota direbbero le multinazionali)
Alcuni stralci dell'articolo per ch ha il mouse pigro.

-aumenti che vanno dal 50 al 1.000%

-dietro ai tre modelli possibili di gestione delle risorse idriche in Italia (mista pubblico-privato, pubblica o completamente privata) si nascondono architetture societarie che la stessa Autorità della concorrenza definisce spesso «complicate».

-in 6 mila ad Aprilia, città di 56 mila abitanti della provincia, hanno deciso che non riconoscono il gestore francese come loro padrone dell'acqua. Si sono riuniti in comitato, hanno rispedito al mittente le bollette e stanno pagando l'acqua a chi da sempre l'aveva gestita, il Comune.

Possibile che nel 2008 non sapesse nulla di tutto questo, possibile che in un discorso volto a rassicurare quei 20-30 fedelissimi della claque presenti in sala non vi abbia fatto nemmeno un accenno?

Oggi però, dopo una consulenza con i sondaggisti è nato un bello spot

Guardare i due video in rapida successione è d'effetto.

Saluti...non ce l'ho con il PD...per me è tutto uguale...











2011-06-02 10:22:26Il 70% di noi stessiiniziata la discussione
In questa festa della res publica che ci accompagna al tanto atteso e discusso referendum, condivido con voi una riflessione.

Il progredire della democrazia, le lotte dei nostri nonni, l'anima pura della partecipazione ci consente oggi di avere uno strumento di consultazione popolare da mettere in campo per assentire o dissentire (che il vostro parlare sia si si; no no diceva quello importante).

Nello specifico oggi ci viene chiesto se vogliamo che l'acqua rimanga un bene pubblico.
Escludiamo la visione, forse eccesivamente pessimista e poco impregnata dell'ottimismo della volontà, secondo la quale non lo è già più da un pezzo...un bel pezzo.

La biologia ci insegna che siamo composti per il 70% di acqua...il quesito è quindi:

volete cedere ad un soggetto privato il 70% di voi stessi? Lo trovate esagerato?

Il fatto che possiamo eventualmente dire di No, se saremo in numero sufficiente e sufficientemente consapevoli del problema, se non ci sarà troppo sole che ci porta al mare, se lo spoglio sarà corretto...etc..    lo ritenete un progresso del genere umano?

Io trovo incredibile che ci si debba porre la domanda.

Affidare il 70% di me stesso ad un gioco burocratico di schede e cabine non mi sembra una grande conquista sociale.

Buona festa della Res Publica, che sventolino i tricolori, le mani sul cuore al canto "Fratelli* d'Italia" con un po' di Benigni che recita Dante e le frecce tricolori che emetto scie persistenti....questa volta senza doverlo negare nè dissimulare.

Al prossimo referendum l'ottimismo della volontà ci porterà a poter scegliere, tra qualche anno se mantenere pubblica l'aria o cederla a dei capitani coraggiosi dell'imprenditoria, magari figli del nuovo '68. Scalfari su repubblica ci indicherà la retta via.



*grembiuli
2011-05-21 00:30:51"Sentire" senza suffissi e prefissi...uscire dal linguaggioin risposta a questo messaggio
Dissentire, consentire, assentire, risentirsi....tutto riporta al sentire, alla percezione che, quando passa nelle mani del linguaggio, viene forzatamente distorta e contingentata nelle concettualizzazioni che il linguaggio stesso ci impone.
Mi taccio e lascio parlare la prefazione di un libro (anche questo a sfondo medico) che affronta l'argomento in modo interessante.


Si vive relazionandosi con la realtà attraverso i cinque sensi, identificando se stessi ed il mondo circostante con i parametri di riferimento dei sensi stessi.

La concettualizzazione della percezione attraverso i sensi ci permette di fare parte della società e, se tale processo ha successo, anche con soddisfazione della nostra personalita'; ma il mondo che conosciamo e viviamo nel dialogo con noi stessi, con il nostro sè, ci porta a considerazioni che oltrepassano i sensi: l'intuizione

Nella totalità delle culture l'individuo si serve del linguaggio per codificare l'esperienza, ciò che non è codificato è qualcosa di incomprensibile che finisce per diventare inesistente o per essere definito un controsenso, un paradosso (aldilà dell'opinione comune ndr); in questo modo il linguaggio, come veicolo della trasmissione culturale, porta con sè la manipolazione della consapevolezza, affinchè ci si conformi a certe norme (che si possano riflettere nei 5 sensi), inibendo la possibilità d'esperienza,  limitando le possibilità di percezione, di orientamento nella realtà.

Il linguaggio da strumento di codifica (codice) diviene realtà a sè stante, sostituendosi a quanto codificato (realtà); gli individui smettono di intereagire con la realtà per vivere in un mondo di concetti in cui ogni cosa viene trasformata e definita in base alle esigenze di chi, imponendosi mediaticamente, può imporre in maniera più o meno subliminale i propri concetti e le proprie descrizioni

Lo stato di coscienza viene quindi condizionato in relazione con la definizione di appropriatezza e accettabilità che la situazione sociale gli attribuisce per mezzo del senso comune.

La società seleziona ciò che è funzionale al proprio mantenimento, non ciò che è meglio per noi, dobbiamo quindi usare il senso dell'INTUIZIONE, non descrivibile dalle parole, ma autenticato dai risultati.

L'intuizione è la tracendenza del sitema percettivo ordinario (i cinque sensi) attraverso l'alllenamento quotidiano dell'attenzione.


Io trovo che ogni paragrafo potrebbe essere spunto per lunghe riflessioni, e sia di grande attualità anche nelle nostre chiaccherate.
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.
2011-05-20 23:42:05l'Ossimoro dei poveri Cristiin risposta a questo messaggio
caro biagio, come sai da un po' di tempo a questa parte i discorsi puramente politici mi fanno un effetto simile a quello di un programma televisivo....tasto off...Ma questo crescendo di concetti collegati al VOTO ha richiamato la mia attenzione.
Ti invito a considerare la possibilità che una fetta di quei poveri cristi abbia consapevolmente (ed a ragion veduta) scollegato il concetto di speranza da quello di voto, e men che meno si sognerebbe di ritenere Sacro o Santo (termine del cui significato i più sono tutt'oggi all'oscuro) il diritto di autorizzare con una crocetta un altro suo pari a decidere della sua vita e di quella dei suoi figli.
Credo che anche questi poveri cristi meritino rispetto per le loro scelte, tutt'al più si può chiedere loro il perchè (o il pour-quoi) di questo atteggiamento....a rischio e pericolo delle proprie convinzioni.
Il VOTO CONSAPEVOLE è un ossimoro per molte persone...non so dire se siano tutti poveri Cristi, ma ripensando a ciò che diceva Quello Originale pare quasi di ritrovarci il germe primigenio dell'antipolitica

Lasciate che i morti seppelliscano i loro morti

un sorriso


2011-05-18 22:35:46...in risposta a questo messaggio
...un'appassionata dichiarazione pubblica!
2011-05-18 00:24:42Luce Freddain risposta a questo messaggio
No Laura, nessuna verità, realtà o evidenza da consegnare al mondo, solo una battuta per dare un simpatico sfogo ai pensieri sorti interpolando gli eventi cittadini di ieri ai ricordi mediatici dell'altroieri.

Per la fonte  della criptica battuta vi rimando al libro "Se li conosci li Eviti" di Travaglio e Gomez._edizioni Chiarelettere.

E' un testo edito nel periodo preelettorale delle politiche 2008 che affronta in ordine alfabetico, con suddivisione per schieramenti, le "biografie politiche" di tutti i candidati dell'epoca (oggi nostri parlamentari).

La voce F. P., in disarmonia con la sagoma del personaggio, è particolarmente corposa.
Oltre alla famosa telefonata con Consorte, spunto della battuta, è elencata la sua lunghissima carriera lavorativa, scusate intendevo politica, incluse le assenze in aula che, per buona pace dei suoi difensori, erano 4358 su 4875 (89,4%)  con un recupero sulle missioni (0,6%). (ecchissenefrega me lo dico da solo).

Tra le frasi celebri questa, pronunciata in relazione agli speculatori ed immobiliaristi vicini a Consorte, mi sembra particolarmente beneaugurante per i torinesi:

                 "E' tanto nobile costruire automobili
                  o essere concessionario di telefonia,
                  quanto operare nel mondo finanziario od immobiliare
"
                                                  (7-luglio-2005)

Questa credo sia dedicata ai nostalgici del "Partito" e ai sostenitori della questione morale:

                   Penso che Bettino Craxi faccia parte anche lui
                   del Pantheon del Partito Democratico, come De Martino,
                   Lombardi Pertini o Nenni
                                                   (Repubblica TV - 10 aprile 2007)



PS illuminazione.
Intravvedo nel tuo dire un tono scherzoso e provocatorio, e con la stessa simpatia ti dico che sono in attesa della luce fredda dei Lampioni a LED, per illuminare le nostrte teste calde.

:)










2011-05-17 01:19:03Entusiasmi Filialiiniziata la discussione
Facendo due passi a Torino in questa fresca serata ho avuto una strana esperienza.
Fermo ad un incrocio nell'attesa del verde, la mia attenzione viene attirata da qualcosa alle mie spalle, mi giro e non vedo nessuno, il marciapiede è vuoto, stranamente pulito ed illuminato dai neon di due istituti bancari.
Sto per ritornare alla mia attesa quando sento distintamente la banca alla mia destra rivolgersi alla collega dell'angolo opposto con tono entusiastico:

      "Allora? Abbiamo un Sindaco?"

       "Si, si..è fatta"

:)

Nè fango, nè pietre. 









2011-05-14 12:45:32il ballo del purquàin risposta a questo messaggio
Cara Laura,
provo a continuare il discorso usando le tue domande e le idee di un autore francese che scrive di medicina.

Davanti ad un qualsiasi problema la tendenza comune è di chiedersi quale sia la soluzione:

Come redistribuire il reddito tra chi guadagna milioni di euro l'anno e chi ne guadagna
centinaia al mese?
Come gestire i disperati che si affidano ad una bacinella per attraversare il mediterraneo e finire in una gabbia per topi?
Come tassare i patrimoni di quel 10% di persone, fisiche e giuridiche, che detiene l'80% della ricchezza totale? (dato arbitrario ma esplicativo)

L'autore, in una digressione a sfondo medico, suggerisce di cambiare il punto di vista e provare a chiedersi il perché, un perchè appartenente ad un linguaggio con sfumature diverse...pour-quoi dicono i francesi, a causa di che cosa?

Le domande potrebbero quindi diventare :

A causa di che cosa esistono i BOT, i CCT ed il debito pubblico da essi sostenuto, a chi dobbiamo quei soldi e perchè continuano a prestarceli in abbondanza?

A causa di che cosa ci sono redditi da milioni di euro e redditi da centinaia?

A causa di che cosa le "sostanze" del mondo sono concentrate nelle mani di una percentuale così esigua di persone (fisiche o giuridiche)?

A causa di che cosa, per dieci anni, siamo stati quasi tutti convinti che l'11 settembre, 4 aerei dirottati con cutter da ufficio, si fossero resi protagonisti di uno spettacolare attacco che ha eluso, per ore, il controllo del cielo più protetto del mondo?
E a causa di che cosa, anche con le molteplici evidenze oggi disponibili rimane un argomento difficile da trattare, come testimonia il coraggio che si riconosce ad Enrico per il suo post?


Potremmo andare avanti ad oltranza (sarebbe da farci un Wiki, ognuno con i suoi pour-quoi a piacimento).

Secondo l'autore la corretta formulazione della domanda è una condizione pregiudiziale per la correttezza della risposta; rispondere al "come" mantiene il ragionamento su livelli rigidamente intellettuali e non dice nulla in merito all'origine del problema, spostarsi sul perchè aprirebbe le porte a risposte meno confezionate, meno pronte.

Uso un suo esempio medico per rendere giustizia al ragionamento, che nella tasposizione politico-economica viene un po' stiracchiato:

Trovandoci davanti ad un bambino iperattivo od insonne possiamo chiederci "come" risolvere il problema, orientandoci così verso la somministrazione di farmaci che correggono chimicamente il suo comportamento. Oppure chiederci il perché, che ci costringe ad indagare le sue peculiarità, il suo ambiente ed i suoi stimoli alla ricerca dell'origine del suo disagio.

Non sono certo che vi sia una risposta, o quantomeno che vi sia una risposta univoca e definitiva, ma la prospettiva offerta indica una via di ricerca rivolta al nucleo del problema e non "al sintomo del momento". Mi piace

E mi piace ancor di più quando sposta l'osservazione sulle risposte, citando un rinomato collega spagnolo e la sua regola dei tre perché:

Al primo perché si ha sempre la risposta pronta, quella che ci è stata insegnata.
Al secondo perché si deve cominciare a riflettere; le proprie credenze riprendono rapidamente il sopravvento dopo aver vacillato un po' e si trova nuovamente una risposta pronta.
E' al terzo perchè che si accede all'essenza stessa della domanda, non esistono più risposte programmate. A questo punto comincia la ricerca.

Una bella visione, ambiziosa ed applicabile a buona parte del nostro sapere.

"e adesso cosa si fa?" Il ballo del del pour-qoui ... quoi, quoi, quoi :)



2011-05-13 23:54:11Opinioni ILLUMINATEin risposta a questo messaggio
Interpellando qualche figura di spicco della meteorologia italiana potremmo avere delucidazioni ILLUMINAnTI sull'andamento climatico ed idrogeologico, che effettivamente pare essere in una fase di transizione.
Vi viene in mente qualche nome?

;)
2011-05-06 01:55:43Per rinfrancar lo spirito..in risposta a questo messaggio
Innanzitutto spero di rinfrancare il tuo spirito, alla cui ferita credo di aver in qualche modo  contribuito, raccontandoti un'adeddoto legato al titolo del tuo post.

Appena ho letto uroboricamente anadiplotico lì per lì, mi ha fatto pensare alla supercazzola prematurata di Tognazzi e Monicelli, poi come spesso mi capita leggendoti, mi sono attaccato al vocabolario ed ho risolto i dubbi sull'uroboro (ti ringrazio per lo stimolo). Ma quando sono passato all'anadiplotico molti risultati in google riportavano proprio la supercazzola di Tognazzi e mi sono fatto delle grasse risate... pensando alle scene del film e all'accaduto.  

Ecco lo stralcio

Ma lei, antani come fosse con scappellamento a destra carpiato palle,
avendo mangiato quintana che antani era parla di musica spesso
taratatablinda supercazzola, antani come fosse dietro la supercazzola
prematurata. Un bradipo blatera di foglie di pioppo da una cosa
impossibile, essendosi infervorato prematurata la supercazzola che, in
senso anadiplotico
, tapioca sbrodolava dietro a un gatto, sbisigufi si
infervora con trinita` e come fosse insieme a pesetas, svanziche, nel
senso sinestetico, un piccione soffia racconta storie attualmente
ratatapioca taratataratablinda...



Un sorriso


2011-05-05 15:28:08Digestionein risposta a questo messaggio
[...] 'e adesso che lo sappiamo, cosa si fa?'

Si prende un bel digestivo Antonetto e si aspetta che lo "stomaco" che abbiamo in mezzo alle orecchie faccia il suo lavoro...

Per la gran parte degli stomaci notizie come queste portano al rigetto, per altri una terribile e lunga digestione che porta ad espellere il corpo estraneo senza assimilare, per altri ancora ci sarà sofferenza ed assimilazione fino a cambiare per sempre il modo di digerire e di alimentarsi.

Buona digestione a tutti

2011-05-05 15:06:44Improbabili miracoliin risposta a questo messaggio
Ieri ho sentito una notiziola simpatica, un ns. rappresentante politico ha ipotizzato l'intervento miracoloso di Papa Giovanni Paolo II nella "brillante" operazione militare che ha portato all' "uccisione" di Olograma Bin Laden.

Bazzicando un po' per la rete ho avuto la sensazione che un miracolo sia effettivamente avvenuto: infatti in un filmato del 2008 disponibile su youTube campeggia alle spalle del volto furbo di George W. la stessa immagine che ci hanno propinato come trofeo in questi giorni.



Il fatto che quel pover'uomo raffigurato sia stato ucciso due volte è già mirabolante perchè prevede almeno una resurrezione!!

 
Sono più dubbioso sul fatto che il miracolo avesse la direzione ipotizzata dal ns parlamentare, sia perchè un Papa buono non si manifesterebbe certo con una uccisione così efferata, sia perchè in passato lo stesso Papa buono ha avuto atteggiamenti molto comprensivi e misericordiosi anche con dittatori sanguinari.



BEATI LORO!!!!

2011-01-18 22:21:27Sottili ed innocue osservazioniiniziata la discussione
Ieri leggendo il Meteo su "La Stampa" ho appreso con piacere che l'anticiclone "agnes" ci coccolerà con questo anticipo di primavera fino a mercoledì. Il testo diceva precisamente:

Questa situazione atmosferica perdurerà almeno fino a mercoledì: al disopra degli strati nebbiosi il sole dominerà su tutto il Nord, salvo sottili ed innocue velature di cirri...






E infatti stamani, a riprova dell'affidabilità delle previsioni, tra un passaggio di aerei a bassa quota e l'altro, man mano i cirri si organizzavano per creare quella sottile velatura che ci piace tanto e che NON NUOCE.




Con il procerdere della giornata sembra più una reticolatura, ma non starei a sottilizzare sui termini di un illustre luminare.





E voi l'avete vista la sottile velatura?

E mi chiedo ancora....ma le velature "dannose" come saranno?



PS. grazie Gran webMaster per le dritte




2011-01-05 19:10:23pensiero concisamente qualunquista sulla minestrain risposta a questo messaggio


I politici sono i camerieri del potere finanziario, poco importa se la minestra ci viene elegantemente servita da destra o da sinistra, poco importa se il cameriere è stato cortese o scortese...se il sapore è così sgradevole ed il valore nutritivo a dir poco affamante, forse è bene che incominciamo ad occuparci di chi sta in cucina.

Saluti bipartizan e Auguri a tutti

2010-12-21 16:35:54concordoin risposta a questo messaggio
L'effetto "borgo antico" che aveva osservarlo dall'alto nella foschia è virato verso la versione povera di una pubblicità di orologi.
"Gaveme tut ma nèn le mie ciòche"

2010-12-19 22:45:12L'alberoin risposta a questo messaggio
Dietro un'autolavaggio, sulla strada per druento?
2010-12-17 12:40:45Passato recentein risposta a questo messaggio
La dichiarazione di Cossiga è del 2008....un passato piuttosto recente

Il 22 Ottobre del 2008 sui giornali La Nazione, Il resto del Carlino , Il giorno Cossiga in una intervista dichiara:

"Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero ministro dell'Interni [...] Gli universitari? Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città...
Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri. Le forze dell'ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli a sangue e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano. Non quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì".

2010-11-12 02:02:04il centro esattoin risposta a questo messaggio
Dopo la scorpacciata di post di questi giorni, che peraltro hanno avuto argomentazioni simili a questa discussione, rieccoci.
No, non vai assolutamente fuori tema, anzi per quanto mi riguarda sei al centro esatto.
Penso che le categorie che tu hai elencato fanno parte del nostro inconscio collettivo proprio perchè il sistema di informazione ed istruzione lavorano da tempo alla loro creazione ed al loro mantenimento.
La mia "idea netta", per seguirti nella definizione, è che per resistere dovremmo guardare ai metodi di creazione e gestione dell'opinione piuttosto che attaccare o difendere l'una o l'altra categoria. Ne sono profondamente convinto, forse la convinzione trasuda arroganza man mano che cresce o forse ciò che turba è l'ipotesi di mettere in discussione alcuni capisaldi (ognuno i propri e, insieme, quelli comuni) che affondano le radici proprio nelle suddette categorie.
Le persone e le idee sono tali perché nascono, crescono e si muovono in una matrice, con tutte le qualità (culturale, affettiva, spirituale..) che è possibile attribuirle e con tutte le disomogeneità e screziature che fortunatamente continuano a far si che siamo tutti esseri unici. (Diciamo con unicità tendente alla diminuzione)
I media, la politica, la scuola, l'organizzazione sociale, la religione sono alcune componenti di questa matrice; parlare in qualunque modo, più o meno critico, di una di esse come si è fatto in questa sede e nei ns post precedenti, tocca inevitabilmente le persone perché coinvolge una delle nostre fondamenta.
Non per questo l'esprimere opinioni ,anche relativamente drastiche, equivale ad offendere, catalogare o sminuire il significato delle altrui convinzioni...che è sempre più alto e più importante dell'oggeto al quale sono rivolte.


2010-11-11 13:52:07Vittoriein risposta a questo messaggio
Mi piace pensare che LLL abbia già vinto per il semplice fatto di avere il coraggio di sostenere le proprie idee in divenire nonostante siano così distanti dalla nostra realtà, come la tua ironia ha efficacemente descritto, e nonostane il ruolo istituzionale che ricopre.

Chi ci ha già rinunciato
e ti ride alle spalle..
forse è ancora
più pazzo 
di te!
E. Bennato


2010-11-09 16:32:35Pubblicitàiniziata la discussione
La pubblicità condiziona i nostri acquisti...cosa vogliono venderci con questo cartellone?



2010-11-08 14:57:39I Baffettiin risposta a questo messaggio
Probabilmente aveva i baffetti...

2010-11-07 18:43:24Guardando la TViniziata la discussione
Oggi ho una inconrato una tv accesa, dentro c'era Gianfranco Fini che teneva un discorso ad un discreto numero di persone in un padiglione chiuso.
I comizi che ho seguito sulle spalle di mio padre erano oceanici e si tenevano in spazi aperti, oggi sono al chiuso, entra solo chi applaude.
Ma la cosa che che mi ha colpito è un'altra, ad un cert punto del suo discorso, il finto oppositore che riesce a risultare più vero di quelli che veri dovrebbero essere, ha citato una frase di S. exupery:

Antoine Jean Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry (1900 – 1944), ... Se vuoi costruire una barca, non radunare uomini per tagliare legna, dividere i compiti ... ma insegna loro la nostalgia per il mare vasto e infinito ...

In termini di partecipazione, resistenza, comunità, condizionamento mediatico mi sembra un ottimo spunto di riflessione. Peccato che Fini non abbia letto S. Exupery 16 anni fa.





2010-11-07 16:19:29la fertilità delle ideein risposta a questo messaggio
Igor,
come ho già specificato le discussioni aperte mi piacciono, e ciò che abbiamo scritto è abbastanza chiaro, I fraintandimanti fanno parte del mezzo che, come ricordavi tu, non consente di arricchire le parole con la mimica e con il tono. Ma le parole rimangono, indelebili nel tempo, conservate in tanti server. Italo ce lo ha ricordato più volte.
Ti ringrazio per avere specificato l'accezione del termine "alieno", perchè da un paio di giorni mi guardavo allo specchio con sospetto ed anche la crosta lattea di mio figlio sembrava più squamosa del solito. ;)
Scherzi a parte, sono daccordo con te, non siamo contrapposti, siamo tutti esseri unici,che vedono le cose da punti di vista diversi, Siamo qui per confrontarli e metterli in discussione. Ma un conto è discutere il punto di vista, un altro è mettere in discussione l'osservatore (o gli osservatori).
Non credo che nessuno qui scriva con l'intento di modificare le idee altrui, ma sono le idee stesse che incontrandosi (o scontrandosi) generano particelle nuove a noi impercettibili che possono crescere in modo indipendente per poi manifestarsi.
Sono un po' come i figli.... sono sempre migliori di chi li ha generati
 
2010-11-04 15:10:33breaking News_ l'uccellino e Pasoliniin risposta a questo messaggio
Purtroppo aveva ragione Igor, l'Uccellino "Pasolini", volato a spegnere l'incendio culturale causato dalla TV, è morto!
Ma non è morto carbonizzato è morto fracassato di botte...sapete da chi? proprio dai pompieri, posti a salvaguardia del fuoco. E l'incendio non è stato spento , si è diffuso lentamente ed ora, essendoci nati dentri siamo ben abituati al calore, al fumo ed alla cenere.

ed ora i consigli per gli acquisti :)
2010-11-04 14:56:14Integralismiin risposta a questo messaggio
C'è qualcosa ce non mi torna, ho seguito con interesse questa discussione cercando il tempo per intervenire (su una cosa Igor ha ragione senza dubbio..a non guardare la tv si fanno troppi figli!).

Ho letto molte cose interessanti, ma anche molte definizioni: integralista, alieno, grillino, fanatico, snob, asceta, elite in autocompiacimento etc... rivolte a delle ipotetiche persone (io non ne conosco più di tre... ed una sono io) che hanno rinunciato a servirsi di uno (uno soltanto!) dei media disponibili !!!! Un perfetto equilibrio da contrapporre al fanatismo!

Scusate quindi ... Integralista a CHI???

Chi sputa sulle teste degli altri da una posizione superiore?

Quale definizione dareste, visto che sembrano essere necessarie, per l'atto di ritenersi in grado di discernere il bene dal male in  politica, in tv, nella stampa senza nemmeno troppi dubbi dichiarati? 
Quale definizione per la convinzione di sentirsi dalla parte giusta del mondo, quella che fa le cose con equilibrio e sobrietà...lasciando agli altri gli "eccessi ed i fanatismi"?
Quale definizione per chi ritiene imbecille chi guarda "certe trasmisioni" (termine che ha l'odore del "certa stampa" e "certa politica" molto in voga in Italia negli ultimi mesi).
Non viene in mente a nessuno che qualcun altro, con pari diritto può sembrare imbecille anche chi guarda "certe altre trasmissioni"?. Possiamo non dircelo e parlare della TV?
Probabilmente la sensazione di sentirsi etichettato come "imbecille" da quelli che"stanno con la Famiglia", quelli che "le notizie le leggono sui blog"..gli snob che non guardano la tv insomma...deriva dal fatto che si suole etichettare gli altri o magari l'hai sentito in Tv !!!

Ben intesi, nessuna polemica e non temo gli insulti, in una discussione aperta l'importante è rendere l'idea. Chiaro che se parlo di Religione con un credente cerco di astenermi dal termine bigotto, baciapile, collotorto... pur affermando la mia idea, senza sconti, sui concetti nei quali credo.

Possiamo dire che se è quasi vero che non si sono letti buoni motivi per staccare l'antenna, se ne son letti pochi anche per tenerla attaccata. Il principale è quello di rimanere nel tessuto sociale.
Credo ci siano molti buoni motivi per staccare la Tv, quantomeno per osservarla con un occhio neutro e riuscire a farsene un'idea ampia, che tenga in considerazione diversi aspetti del fenomeno televisivo: storico, sociale, antropologico, che  valuti quali sono i rapporti di forza e numerici tra chi sta davanti allo schermo (con un telecomando che agisce su un solo TV) e chi vi sta dietro (con un telecomando che agisce su miliardi di TV). Che chieda alla scienza come i nostri corpi e le nostre menti interagiscono i con questo strumento.
Il giorno in cui smisi di guardarla non conoscevo questi buoni motivi, fu una scelta molto poco consapevole. La consapevolezza che si sia trattato di una scelta corretta sta maturando nel tempo. Sei anni, ad oggi.

Bau bau a tutti








2010-11-01 20:52:04Ordine dal Caosin risposta a questo messaggio
Oh Gran webMaster, è nei tuoi poteri ricostituire quell'ordine perduto spostando le discussioni?
2010-11-01 16:03:53Mozione d'Identità...in risposta a questo messaggio
In questa bella e interessante discussione non ho ancora avuto modo di intervenire. Gli interventi ai quali ti riferisci sono di Luca.
Tra un pannolino e l'altro riusciremo a dire la nostra.
Manuel
2010-10-25 16:53:49Profonde superfici e superficiali profonditàin risposta a questo messaggio
Sicuramente scegliere quell'esempio è stato un errore dal punto di vista della comunicazione, come lo fu la stessa frase generalizzante usata nella discussione su Saramago.
Di fatto continuo a credere che generalizzare sia un buon modo di rendere un'idea o descrivere un fenomeno.
Detto questo voglio precisare che la frase riguardante la TV è inequivocabilmente rivolta al conduttore, il prof. è entrato nel discorso solo per il suo nome anagrammato e palindromo fatto oggetto di ironia a sfondo simbologico.
Ho peraltro specificato come si trattasse di un esempio che non coinvolgeva gli "attori"
Accetto e condivido il richiamo, ma non mi sento di avere commesso il fatto.
Stigmatizzare la superficialità può indubbiamente essere corretto, credo che nella stessa discussione nella quale stiamo agendo ed in molte altre passate vi siano stati livelli molto meno superficiali che non hanno destato alcun interesse, ed altrettante superficialità non sottolineate.
Discuterei anche volentieri di quale differenza passi tra superficialità e generalizzazione e di come, in una matrioska del pensiero, vi siano superfici profonde e profondità superficiali.
Ma qui, come dice Biagio, siamo nell'onanismo intellettuale per il quale ognuno sceglie le immagini più stimolanti per il proprio inconscio. (siamo tutti disposti a dichiarare quali sono?)
Difendo in ultimo il mio diritto alla superficialità nel ritenere, con personalissima ma comunque rispettabile opinione, che il semplice fatto di avere spazi pluriennali in TV sia segno di non avversione e di partecipazione al sistema di informazione (reale oggetto della discussione), per approfondire propongo alcuni nomi come San Toro, Travaglio, Piero Angela, Saviano etc.
Un'ultima annotazione su come la critica della forma ci allontani dalla sostanza.

2010-10-21 22:28:30(R)Esisterein risposta a questo messaggio
Per completare l'analisi di Italo, che facendomi da Traduttore simultaneo ha soffiato sulle braci di un fuoco nato già spento, il tentativo di cambiare prospettiva ha come obiettivo quello di realizzare "a che cosa" si deve resistere. 
Il significato di resistere può e deve mutare radicalmente in base alla forza alla quale ci si deve opporre.
Sfruttando la risposta al tuo post come esempio, il prof. Anagramma Floreale, con rispetto parlando perche so poco nulla di lui, è probabilmente parte integrante di quella cosa alla quale dovremmo resistere. Come probabilmente lo è Il conduttore semplicemente in quanto parte della TV (perchè sarebbe lì altrimenti?).
Nessun Attacco nè alla tua citazione nè all'Anagramma.


2010-10-21 19:15:34I nomi..in risposta a questo messaggio
se vi interessano i nomi questa è bella come una barzelletta:
ricordate l'attentato (?) all'unto dal signore del 13 dicembre scorso?
L'attentatore era tale massimo Tartaglia (ora assolto); Beh, c'è un altro Tartaglia che ha a che fare con il 13 dicembre (data della sua morte) e con le lesioni alla bocca. Si tratta di niccolò Tartaglia, il matematico.

Riposto l'inizio della sua biografia (da wikipedia)
Nacque da una famiglia poverissima. Durante la presa di Brescia da parte dei francesi nel 1512 il padre fu ucciso e lui stesso ferito alla mandibola e al palato. Dato per morto, sopravvisse grazie alle cure della madre, ma gli rimase una evidente difficoltà ad articolare le parole. Per questo ebbe il soprannome "Tartaglia" che accettò e lui stesso utilizzò tutta la vita per firmare le sue opere.

Coincidenze, sono sicuramente coincidenze

2010-10-20 00:17:13Prospettivein risposta a questo messaggio
Caro Biagio, non c'è nulla da spiegare bene e comunque non sarei in grado di farlo.
Posso chiarirti il mio post: entusiasmo e piena condivisione per la spietata analisi che Laura ha fatto della nostra informazione (informare= dare una forma..a cosa? a noi, ai nostri pensieri, alle nostre idee?).
Lo specifico caso che lei ha citato come fulgido esempio della condizione in cui versa l'informazione in Italia, mi ha suggerito di proporre una diversa prospettiva che ho trovato nel testo citato.
Ribadisco il termine "prospettiva", non verità, un modo diverso di fare collage delle informazioni disponibili.
Leggendo altri post di questo avvocato ho avuto modo di vedere sotto angolazioni diverse molti altri casi irrisolti della nostra ahimè ricchissima cronaca nera che di per sè stessa non ha alcuna attrattiva, ma offre l'occasione di vedere in quale mare di "nita" stiamo navigando.
Pur non condividendo tutta la costruzione teorica è piuttosto semplice accorgersi che i media ufficiali ci propinano versioni e controversioni davvero risibili se valutate con occhio critico e preparato.
La cosa più triste è come siamo disposti ad accettarle senza senso critico, quindi per noi è normale che dopo poche ore dagli attentati delle torri gemelle ci vengano elencati i 15 terroristi implicati, con tanto di foto, provenienza, campo di addestramento ed albero genalogico,  mentre per capire chi ha ucciso un bimbo in una casa di montagna servono anni di processi, plastici, e 100 puntate di Morta a Morta...per restare infine col dubbio.

Auguri per la tua schiena
2010-10-19 15:19:06viva l'indignazionein risposta a questo messaggio
Cara Laura, se ci fosse un oscar dei post su LaCassa.net voterei indubbiamente per questo...
Salto i commenti sul Dr. Forbice (Nomen omen) ed approfitto del tuo assist per postare una piccola analisi sul caso Scazzi (Nomen omen anche qui?) prelevata da questo post


[...]L'unica cosa che mi era chiara è che eravamo davanti all'ennesima presa in giro perpetrata dai media ai danni delle persone normali.

Anche semplicemente leggendo le notizie ufficiali era possibile rilevare queste anomalie.

Primo. In Italia scompaiono circa 1000 persone all'anno. Nel 2009 erano 1033, secondo le stime ufficiali della Polizia di Stato. Difficile capire come e perché i media avessero scelto di occuparsi solo ed esclusivamente di Sarah.
Abbiamo detto molte volte che quando di un fatto se ne occupa ossessivamente la TV, vuol dire che dietro c'è molto altro, rispetto a quello che dicono.

Secondo. L'altra anomalia è che la famiglia Scazzi sceglie come difensore l'avvocato Walter Biscotti, già difensore di Rudy Guede nel processo Meredith, e coinvolto anche nel caso Marrazzo.
L'avvocato risiede a Perugia.
C'è da domandarsi come ha fatto la famiglia a scegliere un difensore che risiede a centinaia di chilometri, e con che criterio.
Inoltre, nella fase di ricerca di una persona scomparsa, il difensore è assolutamente inutile, non essendoci procedimenti né civili né penali da affidare al legale.
Guarda caso poi, il legale in questione non solo trova il tempo di recarsi personalmente ad Avetrana, ma ha anche la fortuna di trovarsi alla trasmissione "Chi l'ha visto" proprio quando in diretta mandano la notizia del ritrovamento del cadavere.

Terzo. Nella trasmissione Porta a porta, del 4 ottobre (quindi precedente al ritrovamento del cadavere), Bruno Vespa incalzava la moglie di Michele Misseri e la madre di Sarah domandando loro "ma voi credete a quest'uomo? pensate che menta?".
Vespa parlava come se già sapesse chi sarebbe stato il futuro assassino, anche quando non esisteva l'ombra di un sospetto.

Il culmine del baraccone mediatico però arriva con la trasmissione Chi l'ha visto, dove, per "coincidenza", viene data in diretta la notizia del ritrovamento del cadavere.

Dopodiché, ancora un'immancabile puntata di Porta a porta, con gli immancabili esperti, sempre gli stessi: Roberta Bruzzone, Paolo Crepet, Francesco Bruno (intervistato dai giornali), come se in Italia esistessero solo loro.

A chiunque abbia un minimo di capacità di osservazione, risulta chiara una cosa. Che il caso di Sarah Scazzi è un'immensa presa in giro, concordata in anticipo ed eterodiretta dall'alto.
Un immenso rito mediatico. L'ennesimo, ove tutto era calcolato fin dall'inizio.

Aveva ragione Pasolini: niente di più feroce della banalissima televisione.





2010-10-01 23:39:44Le Uova nel Panierein risposta a questo messaggio
era quasi tutto pronto!!!

..ma con questa soffiata seremo costretti a cambiare piano...

:-(
2010-08-30 23:25:04I temi di Maturità ritornano!iniziata la discussione
A giugno inserendomi nella discussione tra Italo e Alessandro intorno alle tracce dei temi di maturità,  avevo sottolineato l'originalità del tema riguardante gli UFO, un po' in modo provocatorio, ma anche perchè ero sinceramente stupito che l'argomento entrasse nelle materie d'esame.
Tutto nel dimenticatoio, fino a che, qualche giorno fa ho incontrato sul sito Italiadall'estero.info, sito che fa preziose traduzioni della stampa straniera che si occupa delle Italiche vicende,  questo articolo pubblicato ad inizio luglio in Belgio dall' EUObserver:

Berlusconi e l'Ukip alleati a caccia degli UFO e Bilderberger ...
Chi avrà la voglia di leggerlo, oltre a divertirsi un po' per come veniamo presentati al parlamento europeo, troverà concetti che vengono citati poco anche nei più convinti siti complottisti.
Sarà uno scherzo direte voi..No  si tratta di una conferenza stampa!

Dietrologia Omessa, vi auguro
Buon divertimento



2010-08-30 23:00:35Quarte e Quintein risposta a questo messaggio
Ci avviciniamo ai fili dell'alta tensione!
Grazie a Biagio per la segnalazione pubblica.

Riposto il link corretto
Lettera Aperta n.1 al Fratello Silvio Berlusconi del 26 luglio 2010

E' piuttosto lunga, ma vale la pena leggerla.

Per rendere più succulento il piatto è doveroso ascoltare l'intervista che Uòlter Veltroni ha rilasciatoa ad annozero qualche mese fa.

ANNO ZERO SERVIZI SEGRETI 13 05 2010 3/15

Per non rinunciare ad un po' di dietrologia della dietrologia....quando le "Quinte" si appalesano è perchè sono già diventate "quarte", e c'è un nuovo obscenium da velare.

Fratelli D'Italia...


PS. correzione contemporanea....il comunque mio link porta dritto alla lettera, il precedente al sito.


2010-07-21 08:27:10Realtà bifrontein risposta a questo messaggio
Bellissimo davvero, l'analisi dell'anziano che si libera del peso delle sue esperienze grazie alla sua stessa discendenza è commovente, significativa ed è seme di speranza.
Per festeggiare la "vittoria sul male del nazismo"  attenderei un video nel quale anche i palestinesi ballino davanti ai mitragliatori videocomandati con licenza di uccidere o davanti alle case che, solo pochi mesi orsono, sono state riempite con civili e poi bombardate con chirurgica precisione nell'operazione dal sereno nome "piombo fuso".
Soprattutto attenderei che non esistano più edifici militari come questo nella democratica california.




Esagero? Forse si, ma la PENA in questo caso viene scontata lontano dai nostri occhi e dal nostro cuore, di questo dobbiamo ringraziare la nostra pilotata informazione che ci regala un po' di serenità.

http://web20.excite.it/foto/california-caserma-a-forma-di-svastica-P2439-0-foto0.html?refresh_ce=

2010-07-20 17:28:52Preghiera e Provvidenzain risposta a questo messaggio
Per ridere un po' (?) guardate questo video che riguarda la provvidenza e la preghiera nell'Italia di Oggi.
Dura poco meno di 2 minuti...

http://www.youtube.com/watch?v=17EbnOF_hAU&feature=player_embedded



2010-07-17 19:18:31Amici del GAS, sicuri di sentirvi bene?iniziata la discussione
Avete la pretesa di controllare quello che ingurgitate?
Evitate i cibi con additivi chimici, diserbanti, pesticidi e conservanti?
Leggete le etichette per sapere cosa contiene il vostro cibo?
Ahi Ahi Ahi!  Urge un consulto psichiatrico! siete quasi certamente ORTORESSICI!

Il quotidiano The Guardian ha pubblicato un articolo nel quale esimi psichiatri illustrano questo nuovo disordine mentale dalle nefaste conseguenze.
Ve ne propongo un estratto e posto il link a fondo pagina

Scrive il quotidiano The Guardian: «La fissazione di mangiare sano può essere il sintomo di un grave disordine psicologico» e continua affermando che questo "disordine" è chiamato ortoressia nervosa, una locuzione Latineggiante che significa "preoccupati riguardo il mangiare correttamente".

[...]il Guardian continua: «Gli ortoressici hanno delle regole rigide sul cibo. Il rifiuto di toccare zucchero, sale, caffeina, alcol, grano, glutine, lievito, soia, cereali e latticini non è altro che l'inizio delle restrizioni dietetiche. Ogni cibo entrato in contatto con pesticidi, diserbanti o che contiene additivi artificiali è inammissibile».

[...]si spinge perfino al ridicolo dicendo che «L'ossessione su quali sono i cibi "buoni" e quali i "cattivi" può condurre gli ortoressici ad essere malnutriti».

[...]questa è la dichiarazione sulla nutrizione più pazza che abbia letto. Non c'è da stupirsi che la gente oggi sia così malata: gli viene detto dai media tradizionali che mangiare cibo sano è un disturbo mentale che causerà malnutrizione!

Tratto da http://www.disinformazione.it/index.html

Beh, benvenuti nel club della malattia mentale, la stessa società si stava già occupando di coloro che non credono alla verità ufficiale.

A tra poco...sotto il temporale che si sta preparando



2010-07-16 06:46:36quanto vale una malattia?in risposta a questo messaggio
Vi segnalo un altro aricolo, con interessante discussione, scritto da Marco Cedolin per luogocomune.net
E' abbastanza significativo il passaggio in cui si parla del risarcimento gà previsto per i comuni limitrofi e l'accenno alle tabelle usate per calcolarlo.
Un infarto 3260 euro, un decesso 160.000 euro.. chi offre di più?

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3578

2010-07-12 16:03:26Cose Negativein risposta a questo messaggio
Il rumore si fa più udibile man mano che gli eventi si avvicinano al nostro "particolare", la gestione mediatica della cosiddetta emergenza rifiuti campana aveva chiarito lo spartito che i ns politici stanno fedelmente seguendo (con buona pace di chi cerca ancora di distinguere i buoni dai cattivi).
Mi ha colpito l'esiguo numero di manifestanti, che è una forte testimonianza di come la strategia mediatica sia efficace.
Altra cosa per me degna di nota è la citazione del pezzo su "terranauta" scritto da Marco Cedolin i cui articoli, disseminati sui maggiori siti di disinformazione, hanno contribuito non poco nella conferma delle mie idee "complottiste", come si ama definirle.

Citazione colta....di Cristicchi:
La gente non ha voglia di pensare a cose negative, la gente vuol godersi in pace le vacanze estive!


Citazione molto colta... (di Italo)
è indecente che le proteste vengano taciute o ridicolizzate dalla nostra televisione.

          La televisione è... Loro

PS. in termini di aria da respirare (o da Tirare) è simpatica anche questa notizia riguardante la concentrazione di Cocaina nell'aria....tranquilli è GRATIS !
http://bologna.repubblica.it/dettaglio/cocaina-nellaria-il-cnr-fa-test/1796118

2010-07-04 12:38:13Solstizio..striatoin risposta a questo messaggio

Cercando informazioni sul solstizio, Floriana è incappata in wikipedia che mostra quest'immagine del sito di stonehenge nel giorno dl solstizio del 2005...

Solstizio d'estate a stonehenge

...è una persecuzione!!!
Ma con tutte le splendide immagini di quel sito dovevano mettere proprio questa?

EccheccaSo!!!
2010-06-29 17:36:47Foibe, ufo e resistenzain risposta a questo messaggio
Premesso che la tendenza revisionista di questo governo mi sembra palese e non vedo nemmeno grossi tentativi di celarla, mi inserisco in questo "scambio da fondo campo" per propore quache mia considerazione da "terzo polo".

L'indignazione pare essere comune alla destra ed alla sinistra, la prima per il fatto che fino ad ora le vicende di quel periodo non siano state oggetto di studi sufficientemente approfonditi, la seconda per l'evidente, brusca ed arbitraria inversione di rotta nella valutazione di quelle fasi della nostra storia.
Autopromuovendomi a rappresentante di un fantomatico terzo polo, mi indigna il fatto che i 18enni di oggi debbano continuare a confrontarsi con problematiche che non gli appartengono e che indirizzano il loro pensare verso la dicotomia tra due visioni preconfezionate. Della bontà della confezione, delle reali motivazioni che portarono a quegli scontri fratricidi, insomma di una verità storica che prescinda dall'appartenenza politica, non c'è traccia di indagine.
In poche parole coltiviamo le contrapposizioni fin dalla scuola, per evitare che domani qualcuno tenda ad unirsi piuttosto che a dividersi.

Pur concordando con Italo quando si preoccupa per la continua rivisitazione storica che conseguirebbe a questo atteggiamento del nostro ministero dell'istruzione, mi chiedo se le versione "originali" siano meno a rischio di contaminazioni politiche o sovrapolitiche e se vadano quindi somministrate alle nuove generazioni come verità assoluta o come vaccino contro errori del passato.
La storia non l'ha mai scritta la gente, l'hanno sempre scritta il vincitore di turno o qualche altolocato al servizio di corti ed imperatori, di conseguenza non c'è, a mio avviso, una versione dei fatti che possa esssere difesa a spada tratta, ma tante diverse mistificazioni che andrebbero riconsiderate.

Infine, scorrendo le tracce dei temi ho riscontrato una "stranezza" ancor più strana, è stata proposta una traccia riguardante gli UFO, il cui interrogativo principale era: "siamo soli nell'universo ?"
Trovo strano che si interroghino i ragazzi su di un argomento che non viene mai trattato, che non ha dignità scientifica (nel sistema mediatico), e che trova risonanza solo in ambienti che non godono di grande considerazione sociale e scientifica.



2010-06-23 01:35:42 gli uomini e la strutturain risposta a questo messaggio
nel commentare l'ntervento di Laura non mi sono posto l'obiettivo di discernere il bene dal male. Tutto lo scritto è "generalizzante", come un commento spiccio fatto al bar davanti ad un caffè o sulla panchina di una pubblica piazza.
Il soggetto del mio pensiero è il Vaticano, non la totalità degli uomini che lo compongono.
Se dico che lo stato italiano si è macchiato di orrendi crimini non sto accusando anche gli uscieri o i messi comunali.
Chiariti gli intenti ritengo comunque che la "frase incriminata", seppure sia stata buttata lì per chiudere il messaggio, per essere contestata necessiti di argomentazioni che dimostrino quali "buone cose" il Vaticano abbia portato al genere umano dalla sua fondazione ad oggi. Altrimenti la contestazione si macchia dello stesso generalismo che va stigmatizzando.

Pace e bene

2010-06-23 00:54:51voglia di verità?in risposta a questo messaggio
Ho troppi preconcetti per credere che il "biscione" desideri aprire una discussione su questo arrgomento.
Le trasmissioni TV che se ne sono occupate finora hanno sempre messo in atto enormi mistificazioni volte a scredtare la teoria e chi la sostiene. (salvo una o due eccezioni).
Le vie del signore sono infinite...ma sapendo chi è il signore del biscione e ricordando che un paio di anni orsono ha fatto il diavolo a quattro per mettere la compagnia di bandiera in mani "fidate"...riservo le mie scarse dosi di ottimismo per un'altra occasione.
Se scopri altri dettagli fammi sapere...comunque la rete non si farà scappare la preda e lo vederemo sui principali siti di "disinformazione".




2010-06-22 14:49:36Valori Cristiani...o Valori dello IOR?in risposta a questo messaggio
Avevo notato anch'io l'articolo di pessimo gusto.
Le mia visione della chiesa (o delle chiese) mi ha evitato lo sconcerto, credo anzi che in questo momento in cui molti altari stanno per essere scoperti, queste "cadute di stile" siano un buon segno.
Il millenario ingannatore è stanco e nervoso, troppi angoli del suo castello sono visitabili ed esplorabili dai suoi stessi suddditi. Le reazioni si fanno nervose e stizzite...il velo sta per cadere.

Mi unisco al saluto a Saramago, la mia ignoranza non mi consente di citare qualche suo scritto, ma l'odio del vaticano è di per se stesso una medaglia al valore civile e morale.

Manuel

2010-06-22 13:02:28Settmanali paranoiciiniziata la discussione
Il settimanale "oggi", nel n°24 ha pubblicato un discreto articolo che tratta lo spinoso argomento delle irrorazioni aeree (vere o presunte).
Trovo piuttosto singolare che sia una rivista di questo tipo a parlare dell'argomento, ma a caval donato non si guarda in bocca.
Tuttosommato, in paese che si ocupa di qualunque argomento solo in chiave "gossip", questi prodotti editoriali posssono rappresentare un'avanguardia scientifica :).

Buona lettura

http://www.oggi.it/focus/06-2010/mistero-scie-chimiche-verita-o-leggenda-20455931226.shtml
2010-05-10 20:59:31nei secoli fedelein risposta a questo messaggio
anche in queste ore calde, in cui il sibilo delle pallottole (verbali...per carità) non lascia tregua, il buon Biagio trova angoli di serenità....
La "cassa" è aperta!!!
non sparate nei cespugli...
2010-05-07 01:39:56Chiarimento necessarioin risposta a questo messaggio
Di ritorno dalla serata a borgaro, ritengo necessario chiarire il contenuto del mio precedente post  e le argomentazioni che ne sono seguite per gli amici del circolo che ha ospitato la serata
Vista l'ora e l'intensità della giornata rimando a domani il resoconto richiesto da Italo e la spiegazione del perchè si sia reso necessario questo intervento.

Mi cito....
"Sono certo che rassicurerebbe tutti (i) paranoici in sala spiegando i principi fisici che stanno alla base dei fenomeni osservati."
A parte l'omissione della "i" in scrittura, il termine paranoici è riferito agli osservatori dei fenomeni descritti dalle foto, cosa nota ai frequentatori del blog che hanno visto le foto da me inserite nel post "Nuvole". invito Dario ad andarlo a leggere nella home page, in modo che gli risulti più chiara la premessa e cada quindi definitivamente il pretestuoso l'equivoco.

Il termine spin doctor, nel gergo delle scienze della comunicazione indica una figura che impone una certa rotazione  ("spin") ad un evento o ad una notizia.
Non ho conoscenze specifiche, mi affido alla rete.
...ns "intenditore di cieli", che dichiara peraltro di non osservarli troppo e di occuparsi di cose più terrene e concrete. Buona visione
deriva dalla visione di uno dei due video postati in cui lui stesso M. fa una dichiarazione che è approssimativamente riassumibile in questo modo.

Spero che il chiarimento sia opportuno e sufficiente a far rientrare il mio scritto ed i miei interventi in sala nei caratteri di un civile confronto, svoltosi sui temi della conferenza e non sulle scie chimiche.

Ringrazio gli amici che ci hanno accolti e anche il prof. Mercalli che si è reso disponibile al confronto nel dopoconferenza. Sono dispiaciuto del fatto che non sia conclusa con la stessa serenità, che personalmente non ho mai perso.








2010-05-06 17:40:31la cassa a borgaroin risposta a questo messaggio
qualche lacassese stasera andrà a borgaro a sentire Mercalli, per chi avesse intenzione di aggregarsi il ritrovo è in piazza galetto alle 20.15-20.30.
2010-05-06 01:36:29dubbi?in risposta a questo messaggio
io con i dubbi ci vado a nozze, ho meno speranze nell'allargamento delle feritoie del mio cassone. sembrerà un paradosso ma è il cassone stesso che ha preso vita e mi tiene prigioniero con uno sporco gioco contabile....
Grazie per le citazioni, dei bambini indaco avevo sentito parlere, il resto lo tengo in memoria..per quando il cassone mi lascerà un po' di tempo libero....
Grazie anche per la condivisione della tua storia personale, se ognuno volesse, potesse, sapesse raccontare la propria sarrebbe molto più semplice comprendersi.


2010-05-06 01:26:37Chiedete e vi sarà datoin risposta a questo messaggio
vista al situazione eplosiva dell'economia europea credo che molti cittadini saranno presto accontentati... non ci saranno il vento ed il deserto a rendere poetica la situazione, ma più di qualcuno si vedrà sfilare il tetto da sopra la testa :)
non tutti i mali vengono per nuocere...

2010-05-06 01:16:57Spin Doctorin risposta a questo messaggio
Sarebbe davvero interessante sentire le sue previsioni per il nostro futuro climatico. Vedere uno "spin doctor" dal vivo deve essere interessante, e ancor più interessante sarebbe mostragli qualche foto dei nostri cieli. Sono certo che rassicurerebbe tutti paranoici in sala spiegando i principi fisici che stanno alla base dei fenomeni osservati.
Orario di lavoro ed esigenze familiari permettendo mi piacerebbe andarci. Hai dei dettagli sul luogo e sull'ora?
Nel frattempo, per chi non l'avesse mai visto, ho trovato qualche edificante video che riguarda il ns "intenditore di cieli", che dichiara peraltro di non osservarli troppo e di occuparsi di cose più terrene e concrete. Buona visione

http://www.youtube.com/watch?v=UVhl1grnOQY&NR=1

http://www.youtube.com/watch?v=MJbdkWA8kh4
 

2010-05-04 15:24:05cassoni a pagamentoin risposta a questo messaggio
pensa se sapessero che possedere uno di questi cassoni di cemento comporta i sacrifici e le rinunce di una o più vite...
quante risate!!!!


2010-04-10 03:11:50Aria Frescain risposta a questo messaggio
Quanta aria fresca si respira su LaCassa.net, la pasqua ha spalancato le finestre nella stanza chiusa della corsa elettorale.
Anche la mia radicata negatività è stata scalfita dall'entusiamo di leggere visioni nitide e dirette del modo in cui viviamo.
Scavare in questa direzione, ognuno analizzando le incongruenze della propria parte di mondo, è molto più proficuo di mille digressioni sulla politica. I fronti sono tanti e tutti importanti, salute, energia, alimentazione, geopolitica, religione...
Ma concordo con il tema dellla discussione, il modo in cui ci formiamo e ci "informiamo" sono la base del vero cambiamento, noi siamo stai formati da questo sistema e non conosciamo la reale libertà di pensiero (passatemi la generalizzazione...le sfumaure sono molte), la cosa più alta che possiamo fare è a doperarci per consentire alle vite ancora pure di poter osservare il mondo senza il filtro delle nostre categorie. Forse smascherale una ad una è un modo per rendere il salto possibile.
Questo è un bell'inizio
2010-04-10 01:47:41Il Naso all'insùin risposta a questo messaggio
Grazie per la gentilezza, ma soprattutto grazie per aver raccolto la provocazione, introducendo un argomento di cui si parla poco volentieri, anche perchè il sistema mediatco ha già messo in moto molti eventi volti a dissimulare il fenomeno, che di per sè non è ridicolizzabile davanti a nessun osservatore minimamente attento. E a ridicolizzare, invece, il movimento di opinione che ne analizza i contorni e diffonde informazioni in merito. Con la vecchia logica ...se non puoi ditruggere il ragionamento, distruggi il ragionatore.

Concordo comunque con Vittoria quando dice che le informazioni, anche e soprattutto quelle della rete vanno selezionate, almeno quanto il cibo che ingeriamo. 

Lo scopo del post "Nuvole" è appunto quello di fare alzare qualche naso, per osservare quali geometrie si compongono ogni giorno sulle nostre teste e quali effetti queste abbiano sul cielo stesso.
Osservare come, in alcuni giorni tersi, vi sia un intessissimo traffico aereo a bassa quota che rilascia anche quattro o cinque scie contemporanetamente, ed in altri non si veda nemmeno una scia, se non qualche piccola sagoma lontana (a quote più elevate) con una breve scia, quando non ne è completamente priva.
Ed è in questi ormai rari giorni, che le nuvole ed il cielo riescono ad essre se stessi: bianche corpose le une e blu splendente l'altro.

Per osservare questo non serve l'ADSL e nemmeno tendenze maniaco.ossessive. Lo dimostra un esempio fornito da chi
ha passato la vita a contatto con la terra e osservava il cielo cercando di trarne indicazioni. Ha indubbiamente conservato la capacità di alzare il naso e la memoria di come il suo cielo si è sempre comportato nei molti anni che gli è dato ricordare.

Un Valligiano della nostra val di lanzo, qualche gorno fa, al passafggio di due aerei sopra mezzenile, ha commentato con mia madre, come negli ultimi anni gli sia spesso capitato di vedere, in giornate terse e limpide, il cielo che si vela gradatamente a partire dalle scie lasciate dagli aerei.
E che in questo ultimo periodo era una cosa molto più frequente.
Non le ha chiamate scie chimiche e dubito (con un po' di imprudente presunzione)  che possa essere influenzato da internet.

In fondo non mi sembra così complottista o rivoluzionario interrogarsi su quali sostanze vengono riasciate nella nostra "Aria", a qualunque titolo venga fatto, fosse anche un'elisir di lunga vita che ci viene donato o, più banalmente un nuovo tipo di carburante, noi dobbiamo pretendere di essere informati.
Che ne può essere del nostro orto biologico o biodinamico se l'aria può essere irrorata quotidianamente nella più completa indifferenza? E' forse meno importante dell'acqua?

La mancata informazione, la reticenza degli enti preposti e il tenore dellle dichiarazioni di smentita (degli organi del'aviazone civile,  di associazioni di piloti, dei maggiori media), basterebbero da sole a generare il dubbio anche in coloro che  non hanno mai visto una scia.

Ve ne sottopongo una...di un'associazione di piloti. Cominciare a trattare l'argomento partendo dalle smentite mi sembra costruttivo.

http://www.md80.it/approfondimenti-2/la-cospirazione-delle-scie-chimiche/

L'argomento si presta più alle immagini che alle parole, come già discusso con Italo cercherò di mettere insieme qualche immagine (esclusivamente riguardanti il cielo di la cassa) e qualche documento.

Scusate la scarsa sintesi.

per Italo. ti è possibile aggiumgere al vecchio post le foto che ti ho inviato?















(la gran parte delle altre, libri esclusi non pone neanche il dubbio della scelta, vanno semplicemente evitate)


2010-03-27 01:39:30L'uno e l'altro... valgono?in risposta a questo messaggio
 


Buonasera Sig Oliva,
mi permetto di intervenire anch'io in questa discussione per fare alcune domande ed osservazioni, mi perdonerà qualche punta di sarcasmo e di ironia che sono gli unici condimenti che riesco ad usare per rendere respirabile e masticabile l'aria densa e fetida che si respira ultimamente nel nostro "bel paese".
Aria della quale i politici "veri", impegnati in campagna elettorale, sembrano non curarsi troppo.

Quando parla di Apertura all'Europa intende la TAV? o intende piuttosto un percorso nel quale i nostri parlamentari europei ci spiegheranno finalmente cos'è l'europa, cos'è il trattato di Lisbona e quale futuro ci attende in qualità di cittadini comunitari?

Quando parla di miglioramento dei conti della sanità intende che siamo più sani, che ci ammaliamo di meno e veniamo curati meglio? o piuttosto che tra tagli, giochi contabili e distribuzione di autorizzazioni ai privati abbiamo scaricato sul cittadino una parte dei costi distribuendo ai vari potentati i ricavi?

Quando parla di promesse non mantenute dai governi include anche quella di affrontare il conflitto di interessi, che da sola ci avrebbe risparmiato tutti questi anni di imbarbarimento?
E magari anche quella di rivedere questa legge elettorale che ci riduce ad assistere con il nostro voto alla nomina di centinaia di "baronetti" scelti dall'alto?

Quando parla di crisi internazionale intende lo scempio economico creato dalla deregulation e dai giochi finanziari ai quali tutte la parti politiche hanno partecipato come legislatori e purtroppo anche come attori...?

Mi permetta di annoiarla ancora commentando i suoi PS e levandomi un sassolino che da mesi mi gira nella scarpa sinistra.

PS1 :  [...] se avessero vinto loro [...] con gli ariani destinati al comando, i mediterranei e gli slavi al lavoro, gli ebrei, i gitani e chissà quanti altri allo sterminio.

Beh!! direi che non mi sembra una fotografia tanto distante dalla resltà, con la variante rappresentata dai cinesi e dagli extracomunitari al lavoro...e gli ebrei che tentennano tra lo ssterminare e l'essere sterminati (al momento è in vantaggio l'opzione 1)

PS2:  anche qui il dubbio su chi abbia vinto realmente mi assale...il motivo per cui possiamo discutere liberamente su questo sito è l'invenzione della rete..e la buona volontà di Italo..non sicuramente la libertà di espressione ereditata da chi lottò contro l'oppressore.
Quella ce la siamo già svenduta a forza di leggi, leggine e sentenze  in compravendita, sotto le quali c'è sempe stata la firma di un politico che naturalmente agiva nel nostro interesse con onestà, trasparenza e senso civico.

...Ora ll sassolino......

Da mesi sentiamo scandali montati su intercettazioni telefoniche che, per i pochi che hanno la fortuna di leggerle su pochssimi giornali (eversivi e comunisti) o ascoltarle in pochissime trasmissioni (eversive ecomuniste) o sul web (?), danno un'idea molto chiara di quale sia trama del tessuto che ci governa, con punte che raggiungono il grottesco.

Ebbene, voglio ricordarle che qualche mese orsono lei venne qui a La Cassa per parlarci della crisi economica, ma le avanzò poco tempo per affrontarla perchè in quel periodo caldo, in cui si stava creando un asse trasversale per regolamentare l'uso delle intercettazioni, trovò più opportuno istruirci sui pericoli che le intercettazioni e la loro pubblicazione prima del terzo grado di giudizio avrebbero portato alla privacy di cittadini.

Ci portò come esmpio un suo spiacevole incidente con un giornale locale ricorda? Io intervenni sottolineando che, con un approccio di quel tipo non avremmo saputo nulla di casi molto importanti e per i quali il tempismo è fondamentale come il caso parmalat...

Oggi, alla luce di tutta l'immondizia che sgorga dai telefoni cellulari dei nostri politici ritiene ancora che sia giusto limitarne l'uso e la pubblicazione?

Non trova curioso che il suo partito, invece di avvalersi della portata politica e morale dei contenuti di queste telefonate per dare una spallata ad un governo che oggi ci chiede di mandare acasa con il nostro voto, abbia creato un movimento di evangelizzazione che mettesse in guardia la gente dalla pericolosità delle stesse?

Lei parla di onestà di chi governa, (facendo sicuramente felici Italo e Diego che hanno fatto delle figure retoriche, e dell'ossimoro in particolare quasi una mascotte di questo forum), di onestà nel mantenere la parola data. Io le ricordo che molti di noi votano da più di vent'anni... e che ventennio!!

Non consideri i tono di questo scritto un'attacco alla sua persona, nè al suo partito politico ), ma piuttosto lo sfogo di chi non crede più....al proscenio

Saluti
e in bocca al lupo per domenica....




2010-02-23 17:25:21come siamo arrivati fin qui?in risposta a questo messaggio
molto bello ed esplicativo il pezzo che hai postato, ma mi sorgono spontanee alcune domande alle quali non so dare risposte esaustive, ma credo che se potessero diventare oggetto di dibattito porterebbero quantomeno un arricchimento della visione d'insieme.

Crediamo davvero che questo "uomo solo al comando" abbia generato tutti questi profondi cambiamenti nel paese?

Se, come credo non è così quali sono state le condizioni, le strutture, le organizzazioni e gli altri uomini che lo hanno "eventualmente" assistito o ancor peggio usato per compiere questa Grande Opera?

Che ruolo abbiamo, e che ruolo abbiamo avuto noi semplici cittadini nel partecipare, osservare in modo passivo, opporci in modo insufficiente?

Che ruolo possiamo avere nel tentativo di sfilare piccoli brandelli di potere a questa filiera onnipresente?

E se domani tutta Italia rinsavisse e smettesse di attribuirgli il proprio voto saremmo definitivamente liberi e tranquilli, finalmente governati da un'opposizione che ne ha subito i modi burberi, ma che potrà finalmente esprimersi per tendere a quella democrazia perfetta e partecipativa che auspichiamo?

PS. molta stima per il libero arbitrio che caratterizza le azioni quotidiane di Italo. Per chi vive condizioni più profondamente radicate in qualche meandro di quel sistema è oggi molto difficile ottenere altrettanta indipendenza...ma penso sia quella l'unica strada percorribile...oltre a quella della fuga!


 
2010-02-16 02:11:35un'opinione intempestivain risposta a questo messaggio
ho seguito l'evolversi delle discussioni senza intervenire, seppure molti degli argomenti toccati hanno stuzzicato i miei limitati pensieri e potrebbero essere oggetto di discussione proficua su questo sito: dai ragazzi dei centri sociali e casa Pound, alle camionette della valsusa, allo stipendio dell'opraio che lavora ai carotaggi... Concordo però con Mati sul fatto che abbiamo un profondo bisogno di conoscere ed affrontare l'attualità.
Eventi di guerra civile e pulizia etnica sono purtroppo di attualità in molti luoghi e si verificano nella più completa indifferenza, che si fa rimpiangere rapidamente quando qualche politico nostrano esprime pareri di legittimità sulle pulizie etniche altrui.
Sulle nostre strade vi sono immigrati in rivolta, si sente parlare di rastrellamenti casa per casa, la nostra magistratura è una "fucina di terroristi" che vogliono destabilizzare il paese facendoci sapere qualcosa delle stragi...
C'è quell'aria elettrica che precede un temporale, proprio sopra le nostre teste impegnate a chiarire, fino a nuova campagna elettorale, quala parte sia stata più ferita 65 anni fa.
Chissà quali sono stati i prodromi della situazione di allora e quanti di quei sintomi sono già presenti nel nostro vivere. Chissà quei morti "di ideologia" cosa saprebbero intuire da una situazione come la nostra.
Allora parlavano di libertà, noi non ne parliamo più, ma per fortuna c'è chi la nomina spesso per noi e la scrive a caratteri cubitali su bei facciotti sorridenti che fanno capolino ad ogni angolo, dalla metropolitana al fianco grigio dei palazzoni torinesi, con dimensioni enormi.

Quei gesti tremendi, che noi comprendiamo solo in parte, sono stati commesi da persone, uomini che ebbero una loro storia, una loro educazione, dei loro valori e una loro "visione della vita". Forse è di questo che dovremmo occuparci, di chi erano i partigiani prima di essere costretti a diventare partigiani e chi erano e cosa facevano i gerarchi, i Repubblichini prima di manifestarsi in quella veste.
E chi e cosa ha creato le condizioni perchè ciò avvenisse.
Ho però l'impressione che a parlare troppo della parte più triste della nostra storia, ad averla o ad avere parti di essa come matrice ideologica, si corre il rischio di tendere a riattualizzarla piuttosto che ad esorcizzarla ed a comprenderla.

In un sito che narra dello sterminio fisico e culturale dei nativi americani da parte del binomio chiesa stato, da fine ottocento fino al 1992, anno di chiusura dell'ultima "scuola".
Le piùdi cento scuole nelle quali venivano portati (con la "de" davanti), bambini e ragazzi nativi americani, sottratti alle loro famiglie in nome dell'istruzione e della integrazione,  ho incontrato questo testo  paleonazista.
Sperando di non offendere la sensibilità nessuno, e di non sembrare un profeta metropolitano, ho deciso di copiarne alcune parti qui sotto perchè mi sembra molto attuale, riscontrabile in tutte le epoche ..quando ancora la destra e la sinistra non esistevano...ed applicabile agli eventi che hanno animato la discussione.


Deuteronomio, 7

1 Quando il Signore tuo Dio ti avrà introdotto nel paese che vai a prendere in possesso e ne avrà scacciate davanti a te molte nazioni[...] 2 quando il Signore tuo Dio le avrà messe in tuo potere e tu le avrai sconfitte, tu le voterai allo sterminio; non farai con esse alleanza né farai loro grazia. 3 Non ti imparenterai con loro, non darai le tue figlie ai loro figli e non prenderai le loro figlie per i tuoi figli, 4 perché allontanerebbero i tuoi figli dal seguire me, [...]Ma voi vi comporterete con loro così: demolirete i loro altari, spezzerete le loro stele, taglierete i loro pali sacri, brucerete nel fuoco i loro idoli.  [...]


Dopo un testo così mi sento d firmare anch'io..

Pace Manuel





2009-11-03 05:08:47help-firmain risposta a questo messaggio
mi legge come anonimo nonostante faccia l'accesso prima di onserire messaggi

 

Ricerca personalizzata
Ultime attività
Qualcuno... ?
Stephanosky
20 febbraio 2018, 12:04
31 maggio 2017
 
31 maggio 2017, 23:38
30 maggio 2017
 
30 maggio 2017, 16:21
i lavori di marzo
Luca_Amateis
28 marzo 2017, 12:35
Beach Volley!!!
 
20 giugno 2016, 08:59
Biblioteca: che si fa?
Laura LaLunga
13 giugno 2016, 15:49
Calendario Calcetto
 
3 giugno 2016, 11:44
Squadre Calcetto 2016
 
3 giugno 2016, 11:29
Volantino 2016
 
2 maggio 2016, 11:27
Ordine Iris Bio
 
22 aprile 2016, 09:16
Ti porterò lontano
 
23 dicembre 2015, 16:14
a viso aperto.
italo
27 ottobre 2015, 16:19
segreti
fabri
27 ottobre 2015, 14:38
70 anni orsono
biagio
16 settembre 2015, 20:49
Classifica finale "La Cassa Nel Pallone 2015" Calcio a 5
 
21 luglio 2015, 11:59
Risultati classifica Calcio 5
 
2 luglio 2015, 08:51
Calendario Squadre Calcio a 5
 
2 luglio 2015, 08:24
mercatino del riuso
biagio
27 giugno 2015, 09:55
Fasi Finali Beach Volley
 
26 giugno 2015, 15:12
Risultati e classifica Beach
 
19 giugno 2015, 13:45
Calendario e squadre Beach Volley
Morg4n80
16 giugno 2015, 16:00
Calendario e squadre Beach Volley
ghindo
16 giugno 2015, 15:54
Calendario e squadre Beach Volley
 
12 giugno 2015, 08:19
La Cassa Nel Pallone 2015
ghindo
10 giugno 2015, 14:42
La Cassa Nel Pallone 2015
Morg4n80
10 giugno 2015, 14:40
La Cassa Nel Pallone 2015
 
8 giugno 2015, 13:58
e se scoprissimo che esiste la reincarnazione
biagio
30 aprile 2015, 08:46
errore mortale
italo
28 aprile 2015, 23:28
La spiritualità dell'Insieme
biagio
5 aprile 2015, 20:04
un pensiero positivo dalla Valle di Susa
biagio
22 marzo 2015, 18:44
ero interessato
marco
6 marzo 2015, 09:57
salutiamo con gioia un nuovo Barberis
biagio
19 febbraio 2015, 14:56
cosa serve pagare una tessera da 20 euro
biagio
13 febbraio 2015, 14:02
la mancanza di soccorso è un reato
biagio
6 febbraio 2015, 09:20
Riporto la dicitura della Gazzetta Ufficiale
biagio
4 febbraio 2015, 14:34
Caro Marco c'è veramente di che essere preoccupati
biagio
2 febbraio 2015, 18:29
Riapre la cava di Varisella?
italo
2 febbraio 2015, 18:08
ambulatorio
marco
2 febbraio 2015, 11:35
la mia generazione ha toppato
biagio
28 gennaio 2015, 20:54
Riapre la cava di Varisella?
italo
28 gennaio 2015, 11:02
mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo | RSS
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer